storia


In data 31 dicembre 2008 il Comune di Lu Monferrato contava 1194 abitanti così suddivisi: 570 maschi, 624 femmine e 564 famiglie.

Ma la storia di Lu affonda le proprie radici in tempi remoti…



Benché le prime tracce scritte risalgano al 1028 d.C., gli scavi archeologici hanno documentato la presenza di insediamenti umani risalenti a epoca romana (II secolo a.C. - V secolo d.C.) lungo la valle del torrente Grana, a circa 4/5 chilometri dall’odierna Lu.

Risalgono a questa epoca i ritrovamenti attribuiti alla Villa Metiliani residenza della famiglia Metili e sede di attività agricola e artigianale e a un’area funeraria cristiana presso la quale è stata rinvenuta l’ Epigrafe di Livarna, la più antica iscrizione funeraria cristiana sin ora emersa nel Piemonte Meridionale.

Dopo il crollo dell’impero romano l’intera area del Monferrato fu investita dalle scorribande dei barbari e subì gli attacchi e la dominazione di Longobardi, Franchi, Ungari e Saraceni.

Per ragioni difensive la popolazione della villa Metili decise di trasferirsi sul colle più elevato della zona dove nacquero, sotto la guida dei Marchesi Aleramici di Monferrato la Corte e il Castello di Lu (demolito nel 1556 durante la Guerra Franco - Asburgica è tuttora visibile una delle torri).

Contemporaneamente, nella zona dell’antica area funeraria, fu edificata la Pieve di S. Giovanni, ancora oggi visitabile dopo il recente restauro.

Nel XIII secolo Lu divenne un Comune e furono edificati intorno al castello il Palazzo Comunale, la Chiesa di San Pietro, la pubblica piazza e le chiese di San Nazario e San Giacomo e venne allargata la cerchia muraria.

Estintasi la dinastia aleramica, Lu passò dapprima sotto la guida della stirpe bizantina dei Paleologi (come testimonia tuttora Casa Paleologi), subì per un breve periodo la dominazione dei Visconti di Milano per tornare, a metà del XV secolo, sotto la guida dei Bobba, dinastia locale che favorì la rinascita culturale, civile ed economica del paese.

In seguito, dopo una breve parentesi sotto il governo dei Gonzaga di Mantova (famiglia a cui l’imperatore Carlo V aveva affidato il dominio sul Monferrato) Lu visse un lungo periodo di lotte intestine e faide familiari e venne coinvolta a più riprese in conflitti e guerre di successione che, con il loro seguito di razzie e rappresaglie, prostrarono l’intero territorio alla miseria e alla povertà, fino a quando, nel 1708, Amedeo II di Savoia conquistò l’intero territorio del Monferrato.

Da questo momento in poi la storia di Lu va a confluire in quella della famiglia Savoia e, dal 1860, in quella del Regno d’Italia prima e della Repubblica italiana poi.

Lu vecchia 1