Eventi e manifestazioni


Festa Patronale di San Valerio

Il sabato e la domenica più vicini alla ricorrenza del 22 gennaio

La festa da tempo immemorabile viene celebrata annualmente il sabato e la domenica più prossimi al 22 gennaio, data in cui San Valerio, patrono di Lu, fece il famoso miracolo del grano maturo a gennaio.
Un ruolo particolarmente importante durante la manifestazione, a cui prendono parte le principali autorità civili e religiose del paese, è svolto dagli alabardieri: otto giovani della leva dei diciotto anni di età vengono incaricati, ogni anno, di onorare San Valerio, facendogli da simbolica scorta. Ciascuno di essi regge, nella destra, un’alabarda con un’impugnatura rivestita da velluto e borchie d’oro, al di sopra della quale fa da ornamento un intreccio di nastri riccamente lavorati che terminano in un mazzo fiori (rose e rametti sempreverdi) inserito nella parte alta dell’alabarda.
La funzione religiosa e civile incomincia nel pomeriggio del sabato, quando Sindaco e Parroco si recano nella Chiesetta di San Valerio e, con sei chiavi (cinque del Comune e una della Chiesa), aprono la cassetta ove è custodito il busto del “Santo” e lo pongono sull’altare affinché la cittadinanza ne osservi le reliquie e canti gli inni di gloria. Gli alabardieri si pongono accanto all’altare; seguono le autorità in processione, come scorta di difesa, fino alla chiesa principale.
Il pomeriggio della domenica si svolge la processione delle reliquie del Santo, lungo le vie del centro storico fino alla Cripta di San Valerio, dove vengono riposte fino all’anno successivo.

 

Lustando

Nel mese di giugno

È del 1992 la prima edizione di Lustando, la rassegna musicale che, nel corso degli anni, ha ospitato artisti quali Persiana Jones, i Negrita e Africa United.

Dopo alcuni anni di interruzione, dal 2008 la rassegna viene ora riproposta dall'Associazione Rock in Lu.

Per informazioni: http://www.lustando.com/

Lustando

Pianoechos

Manifestazione concertistica da giugno a settembre

La prima edizione di Piano Echos (Settimane pianistiche internazionali in Monferrato), risale al 2003.
Attualmente i concerti hanno trovato una splendida cornice nella restaurata Chiesa di San Giacomo, che accoglie ogni anno nomi di prestigio internazionale.

Per tre anni consecutivi, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha insignito la manifestazione della Medaglia d’Argento, per premiarne l’alto valore artistico.

Per informazioni: http://www.festivalechos.it/index.php

piano echos

Sagra dell’uva

La seconda domenica di settembre

La Manifestazione nasce nel 1967 ed è inizialmente gestita direttamente da un Comitato Promotore.
Dal 1969 la guida dell’organizzazione passa alla Pro Loco di Lu. Sin dalle prime edizioni, il momento centrale della festa è la sfilata dei carri allegorici, che per ben otto anni hanno sfilato anche al prestigioso Festival di Lugano (Svizzera).
Ormai entrati nella tradizione, i piatti tipici preparati dai cuochi della Pro Loco.

 

Riso e Rose

Nel mese di maggio

La kermesse nasce dalla collaborazione della società consortile Mondo con alcuni comuni del Monferrato Casalese che, nella primavera del 2003, hanno organizzato una serie di eventi legati alla produzione di riso e alla coltivazione di speciali varietà di rose.
A Lu questa manifestazione prende il nome di Riso, Rose, Motori e…turti d’nisoli, essendo abbinata alla Fiera della Nocciola (uno dei punti di forza della produzione agricola locale) e al Vesparaduno.

Durante il weekend oltre all’esposizione di macchine agricole, è possibile curiosare tra i banchetti che espongono manufatti e prodotti locali.

Riso e rose

Luvinando

L’inaugurazione del Salone di Degustazione Luvinando si è tenuta nel dicembre 2009.

All’ingresso si ricevono una sacca, un bicchiere con il logo Luvinando e un biglietto della lotteria che permette di partecipare all’estrazione di prodotti tipici locali.

Durante tutto l’arco della giornata, è a disposizione degli ospiti una carta di 45 vini degli otto produttori luesi.

Grazie alla presenza dei sommelier dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) questa varietà può essere apprezzata al meglio, scoprendo nella ricchezza di ciascun vino un po’ della nostra terra e delle sue antiche tradizioni.

Alcune raffinatezze che nascono dall’esperienza e dall’innovazione dei nostri viticoltori affiancano i grandi classici del Monferrato.

Per accompagnare il tutto, una tavola imbandita con i piatti caratteristici, preparati e offerti dai ristoratori di Lu, attende il visitatore.

Riso e rose